.
Frantoi, cantine ed essiccatoi hanno ottenuto in via definitiva l'esonero dall’obbligo di autorizzazione per le emissioni in atmosfera. La legge di conversione del decreto legge  21 giugno 2013, n. 69, recante disposizioni urgenti per il rilancio dell'economia ha introdotto nel testo del decreto l’articolo 41-ter, norme ambientali per gli impianti ad inquinamento scarsamente significativo.
Secondo tale disposizione, che integra la parte I dell'allegato IV alla parte V del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, sono riconosciuti come impianti ad inquinamento scarsamente significativo, quindi non soggetti all’obbligo di autorizzazione alle emissioni in atmosfera, i seguenti:
- i frantoi;
- i silos per i materiali vegetali;  
- gli impianti di essiccazione di materiali vegetali impiegati da imprese agricole o a servizio delle stesse con potenza termica nominale, per corpo essiccante, uguale o inferiore a 1 MW, se alimentati a biomasse o a biodiesel o a gasolio come tale o in emulsione con biodiesel, e uguale o inferiore a 3 MW, se alimentati a metano o a gpl o a biogas”;
- le cantine che trasformano fino a 600 tonnellate l'anno di uva nonché stabilimenti di produzione di aceto o altre bevande fermentate, con una produzione annua di 250 ettolitri per i distillati e di 1.000 ettolitri per gli altri prodotti. Sono comunque sempre escluse, indipendentemente dalla produzione annua, le fasi di fermentazione, movimentazione, travaso, addizione, trattamento meccanico, miscelazione, confezionamento e stoccaggio delle materie prime e dei residui effettuate negli stabilimenti di cui alla presente lettera.
Gli impianti di essiccazione di materiali vegetali impiegati o a servizio di imprese agricole e gli stabilimenti di produzione di vino, aceto o altre bevande fermentate non ricompresi tra quelli esonerati restano soggetti al regime semplificato dell’autorizzazione generale.
La norma risolve quindi la questione degli impianti agricoli che, pur producendo emissioni insignificanti o irrilevanti, non risultavano compresi nell’elenco di quelli esonerati dagli obblighi di autorizzazione e per i quali, in assenza di tale previsione, sarebbe scattato a settembre l'obbligo di adeguamento.

Quest'articolo é stato votato 539 volte     

___________________________________________________________________________

Attualmente non ci sono commenti per questo articolo

Commenta articolo:

Nome :

Email :


Nota : la tua email non sará visibile sul sito







Cerca nel sito
  



Seguici su :



Partner :




















« Credits : SOFITER SYSTEM ENGINEERING S.p.A. »

.