.

 Posizione: Home 

Olio evo Made in Italy: entra nella fase operativa l'accordo tra Deoleo e Confagricoltura. Tre incontri programmati in Sicilia, Calabria e Puglia

Il protocollo d’intesa sottoscritto lo scorso giugno tra Confagricoltura Deoleo Spa entra nella sua fase operativa. Tre gli incontri programmati, in Sicilia, Calabria e Puglia, tra i dirigenti dell’azienda olearia, frantoi e produttori associati all’Organizzazione agricola, con l’obiettivo di illustrare finalità e modalità di applicazione dell’accordo. Il primo, oggi, presso la Camera di Commercio di Palermo. 
Gli incontri territoriali sono l’occasione per verificare i requisiti dei frantoi partecipanti alle attività per la prima annualità e per coinvolgere ulteriori operatori per le annualità successive. 
Il protocollo prevede di avviare interventi diretti all’incremento dei mercati di sbocco per le produzioni olearie, con un contestuale miglioramento sia della produzione che della produttività a livello agricolo italiano; ma anche di implementare alcune caratteristiche qualitative dell’olio di oliva extravergine e la sostenibilità della sua produzione a condizioni mutualmente vantaggiose per tutti gli operatori della filiera. 
L’impegno sarà, quindi, quello di lavorare insieme per creare valore aggiunto nella filiera, attraverso azioni che puntino ad un aumento della produzione, della produttività, della qualità e della sostenibilità. 
“Stiamo lavorando per nuovi rapporti di filiera, puntando sulla condivisione degli obiettivi, in un’ottica interprofessionale – sottolinea Massimiliano Giansanti, presidente Confagricoltura -. Bisogna agire assieme con politiche di aggregazione ed integrazione a livello di comparto agricolo ed industriale, rafforzando l’export, rilanciando i consumi. Bisogna passare dalla competizione sui prodotti, alla competizione sulla soddisfazione dei bisogni del cliente”. 
“La produzione dell’olio di oliva destinato ad extravergine in Italia è notoriamente insufficiente a soddisfare il fabbisogno dell’industria di trasformazione e del consumo – fa notare Pierluigi Tosato, Presidente e AD Carapelli Firenze SpA, gruppo Deoleo -. Inoltre, è ancora troppo bassa la percentuale di conferimento di materia prima in strutture aggregate che possano vantaggiosamente favorire una ordinata commercializzazione del prodotto; anche su promettenti mercati esteri, come gli Stati Uniti, il Giappone e la Cina”.
In Italia il comparto dell’olio di oliva confezionato crea, ogni anno, un surplus di bilancia commerciale di circa 114 miliardi di euro. Tra aziende ed indotto (packaging, macchinari, logistica), in Italia sono oltre 10mila i dipendenti del settore oleicolo. 
Deoleo, con i suoi brand, tra cui BertolliCarapelli e Sasso, è al primo posto nel settore olio di oliva in Italia, Spagna e Stati Uniti (fonte dati: Nielsen, dicembre 2017), con un valore netto delle vendite di 692 milioni di euro ed un volume di oltre 170 milioni di litri di olio. 
Confagricoltura è l’Organizzazione di rappresentanza e tutela dell’impresa agricola italiana. I datori di lavoro associati rappresentano i due terzi del totale delle imprese del settore e assumono oltre 500 mila lavoratori. Nel comparto olivicolo rappresenta oltre 90 mila aziende, con una produzione commercializzata che supera le 100 mila tonnellate.

 



TAVOLA ROTONDA - VITERBO 15.06.2018

Chiostro della Chiesa della Trinità - P.zza della Trinità - Viterbo, ore 10.00

"Più Europa, valore e opportunità"

 



CONVEGNO "L'OLIVICOLTURA ITALIANA TRA PRESENTE E FUTURO"

08/05/2018 - ore 10.30

Sala Mezzanino, Pad.2 primo piano - CIBUS Parma





ASSO.FRANTOI ALLA PRESIDENZA DELLA FILIERA OLIVICOLO OLEARIA ITALIANA

Ad assumere la carica presidenziale della Filiera Olivicola Olearia Italiana - FOOI - è il presidente di Assofrantoi, Paolo Mariani.

L'impegno preso dal FOOI nei confronti degli attori della filiera e soprattutto nei confronti dei consumatori si rinnova e continua a lavorare alla tutela dell'olio extra vergine di oliva italiano.

In tale direzione si muove la decisione del Consiglio di Amministrazione di concedere l'utilizzo del marchio FOOI alle aziende che hanno fatto della qualità e della tracciabilità il loro punto di forza.

http://www.teatronaturale.it/pensieri-e-parole/associazioni-di-idee/25731-un-frantoiano-a-capo-della-filiera-olivicolo-olearia-italiana.htm

 

 



PROGETTO: OLIVICOLTURA DI PRECISIONE

Cari associati,

vi comunichiamo che ASSO.FRANT.O.I.  sta avviando un progetto di “olivicoltura di precisione”.

In linea con gli obiettivi previsti dal Ministero delle politiche agricole e forestali, per lo sviluppo di un sistema di sostenibilità ambientale, questo progetto si avvale di strumenti di sensoristica diagnostica meccanica di precisione e bioinformatica per il monitoraggio dei parametri biofisici dell’olio di oliva.

Il mondo olivicolo, come già avvenuto in precedenza per altre colture arboree, sta mostrando un crescente interesse nei confronti dell’intensificazione colturale e della riduzione dell’impatto ambientale. In questi contesti , l’olivicoltura di precisione gioca un ruolo importante per il raggiungimento di una maggiore produttività ed eco-sostenibilità aziendale, in quanto permette, attraverso moderne tecnologie, di evidenziare la variabilità presente all’interno di un appezzamento e di gestirla mediante interventi sito-specifici differenziati sulla base delle reali esigenze della coltura.

Gli obiettivi di questo progetto sono:

-Incrementare il profitto aziendale attraverso la riduzione dei costi di produzione e il miglioramento della qualità dei prodotti;

-Ridurre l’uso di prodotti chimici immessi, dei consumi idrici e delle emissioni nocive;

-Incrementare l’uso di strumenti informatici e tecnologici attraverso l’accesso alle informazioni sull’origine dei prodotti (Tracciabilità e lotti di produzione)

 

Tali obiettivi verranno conseguiti attraverso l’espletamento delle seguenti attività:

-L’utilizzo del quaderno di campagna informatico;

-Costruzione di banche dati e geolocalizzazione relative al nostro territorio;

-Utilizzo di sistemi di sensoristica per il monitoraggio dei parametri biofisici dell’olivo ( Temperatura; umidità, bagnature fogliare….);

-Sviluppo di modelli per l’elaborazione previsioni e realizzazione di sistemi di agricoltura di precisione attraverso uno strumento che sia di supporto alle decisioni con particolare riferimento alla produttività e alla qualità;

-Utilizzo di strumenti digitali di agricoltura di precisione, fruibili anche da remoto, integrante in ambienti cloud;

-Utilizzo di una piattaforma informatica per la gestione e lo sviluppo di tutte le attività del progetto rientranti in un contesto.

 

Per aderire al progetto e per avere maggiori delucidazioni scriveteci una mail ad assofrantoi@confagricoltura.it



LINEE GUIDA DI PREVENZIONE INCENDI PER LA PROGETTAZIONE, COSTRUZIONE ED ESERCIZIO DELLE ATTIVITÀ DI FRANTOIO OLEARIO–OLEIFICIO

Gentili soci,

vi comunichiamo che sono state pubblicate le Linee Guida antincendio per i depositi dei frantoi oleari.

Il documento, frutto della collaborazione tra il F.O.O.I–Filiera Olivicola Olearia Italiana e gli Uffici della Direzione centrale per la prevenzione e la sicurezza tecnica, fornisce le indicazioni atte a garantire un adeguato livello di sicurezza antincendio per i frantoi oleari.

 

Si ritiene,comunque, opportuno evidenziare che:

·        le Linee guida non rappresentano una regola tecnica di prevenzione incendi: pertanto non hanno carattere di “cogenza” , ma costituiscono un utile indirizzo per i titolari delle attività e per i progettisti;

·        nulla è mutato in relazione alla classificazione (prevista dall’Allegato I del DPR 151/2011) e all’istruttoria di prevenzione incendi per le attività in questione, che dovrà comunque seguire le procedure previste dal DM 7/8/2012 e dal relativo Allegato I (Documentazione relativa ad attività non regolate da specifiche disposizioni antincendio).

Rendiamo noto che si sta tentando di ottenere un'ulteriore proroga al 7 ottobre 2018 come scadenza ultima per la presentazione dell’istanza di adeguamento alla normativa antincendio cosi come richiesto e ottenuto lo scorso anno con la legge 27 febbraio 2017 n. 19. Sarà nostra cura darvene tempestiva informazione. 

Per le Linee Guida clicca qui.





Pagina : 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 |






Cerca nel sito
  



 
Seguici su :



Partner :

























« Credits : SOFITER SYSTEM ENGINEERING S.p.A. »

.