Accordo di libero scambio UE – Giappone

Riceviamo e pubblichiamo la nota dell'Area Economica – Affari Internazionali di Confagricoltura con i dati statistici aggiornati fino a Luglio 2019.

Oggetto di tale nota è l'accordo di libero scambio tra Unione Europea e Giappone. Importante ricordare come l'iter di tale accordo, del quale vi abbiamo già dato notizia in passato, è iniziato nel novembre 2012, ben sette anni fa, con l'apertura dei negoziati.

Dopo sette anni di contrattazioni, l'accordo è finalmente entrato in vigore lo scorso febbraio.

Ad oggi è già possibile vedere come i risultati siano incoraggianti e lascino ben sperare per il futuro.

Il Giappone è la terza economia al mondo, dopo Cina e Stati Uniti ed è un mercato strategico per l'unione Europea.

Potete consultare la nota di Confagricolutra QUI e il trattato completo QUI.

Vi aggiorneremo nel corso dei mesi con i nuovi dati non appena saranno resi disponibili.


Obbligo dei corrispettivi elettronici dal 1° gennaio 2020

Si ricorda a tutti i soci che dal primo gennaio prossimo, sarà obbligatorio l'uso di un registratore telematico con le necessarie tecnologie per adempiere ai nuovi obblighi di legge.

Sarà infatti obbligatorio l'invio in automatico a fine giornata degli scontrini elettronici emessi all'agenzia delle entrate.

Alcune cose da tenere in considerazione per facilitare questa transizione:

- Sono disponili degli incentivi per l'acquisto dei nuovi registratori telematici (RT)

- Se si effettuano poche transizioni è possibile limitarsi alla fatturazione elettronica (per maggiori informazioni fare riferimento alla guida ufficiale dell'agenzia delle entrate).

- Per i primi sei mesi è prevista un periodo transitorio. Dal 1 Gennaio 2020 al 30 Giugno 2020 non sono applicate sanzioni. Questo a condizione che venga effettuato l’invio dei corrispettivi giornalieri entro il mese successivo.

Cosa cambia per quanto riguarda gli agricoltori a regime iva ordinario?
Nulla, solo il registratore di cassa che dovrà appunto essere telematico, in grado cioè, di comunicare con l'agenzia delle entrate.

Per maggiori informazioni vi rimandiamo a quest'articolo di fiscomania.com e, nuovamente alla guida ufficiale dell'agenzia delle entrate.


Nasce AssoFrantoi Calabria

Nella giornata di ieri, presso Villa Ventura a Falerna Marina, si è svolta la prima riunione della neonata AssoFrantoi Calabria, durante la quale è stato nominato il consiglio direttivo e indicato come presidente Francesco Roperti (Frantoio Roperti ssa). 

Durante l'incontro si è parlato dell'importanza di avere, in una regione come la Calabria, con grosse estensioni olivetate e un elevato numero di frantoi, un'associazione fatta da e per i frantoiani, che sappia supportarli qualunque siano i loro bisogni e le loro necessità: dalla gestione della burocrazia, alle normative, al confronto con istituzioni locali e nazionali, alla partecipazione a bandi nazionali e comunitari, impossibili per una singola azienda, fino alla crescita culturale e alla promozione.  

Le prime dichiarazione del presidente Roperti, sottolineano ancora una volta l’impegno e la ferma volontà di far nascere questa nuova costola di AssoFrantoi:

“Insieme a mio fratello Giuseppe abbiamo fortemente creduto nel progetto Assofrantoi. Proprio per questo ci siamo impegnati tanto e fatti promotori della costituzione di questa nuova associazione. Assofrantoi Calabria si impegna a dare "risposte" concrete ai bisogni del settore, lavorando con spirito associativo/collaborativo rispettando tutti gli associati e tutte le altre associazioni presenti sul territorio, avviando con loro, dove possibile, collaborazioni. Il tutto nella massima trasparenza e lealtà, senza alcun campanilismo. Personalmente ringrazio il dott. Mariani (Presidente di AssoFrantoi ndr) per il sostegno nella costituzione, Pino Giordano e i frantoiani che hanno accettato di avviare insieme a noi questo importante progetto.”

A breve verranno comunicati anche i nomi dei responsabili provinciali e verrà stilato il manifesto programmatico definitivo per questa nascente, ma già solida, Associazione di Frantoiani.

Riunione AssoFrantoi 16/07/2019

AssoFrantoi, con i presidenti regionali di Sicilia, Calabria, Puglia, Campania e Lazio si sono riuniti il giorno 16/07/2019 per un incontro tra tecnici, associati ed esperti esterni. 

I principali temi trattati sono stati:

Finanza agevolata

  • Credito d’imposta fino al 50% su spese incrementali in Ricerca e Sviluppo. Il credito d’imposta può essere utilizzato, anche in caso di perdite, a copertura di un ampio insieme di imposte e contributi. Sono agevolabili tutte le spese relative a ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale: costi per personale altamente qualificato e tecnico, contratti di ricerca con università, enti di ricerca, imprese, start up e PMI innovative, quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio, competenze tecniche e privative industriali, acquisti di materiale e forniture per la realizzazione di prototipi.

  • Super e Iper ammortamento: quote di ammortamento variabile in base al tipo di investimento tecnologico preventivato. Agevolazioni indirizzate ad aziende innovative 4.0

Bandi e finanziamenti nazionali e comunitari

  • CHAFEA (Consumers, Health, Agriculture and Food Executive Agency) Durata di 3 anni con finanziamenti a fondo perduto fino al 70% per progetti singoli e 80% per progetti multipli. Importi progettuali di minimo 500.000€ e massimo 1.500.000€

  • REC (Rights, Equality and Citizenship) e FAMI Programmi incentrati sull'inclusione sociale e la lotta a tutte le diverse forme di discriminazione. Il programma consente l’assunzione dipendenti di categorie discriminate con forti agevolazioni fiscali.

Sono inoltre stati affrontati i temi relativi alle recenti novità sulla prevenzione incendi, sul decreto legislativo 81/2008 inerente la tutela della salute sul luogo di lavoro e sulla chiusura dei registri SIAN relativi alla campagna 2017-2018.

L’incontro è servito anche per raccogliere le esperienze provenienti dalle diverse regioni e sondare così le esigenze specifiche dei territori.